Messico per tutti…

Un altro blog sul tema mollo tutto e vado via, pieno di belle storie che sembrano favole? SI.

O meglio anche questo, ma spero qualcosa di più.

 

Aiutare a far conoscere il Messico, e in particolare la riviera Maya, a chi pensa di venirci a vivere, o solo a passare una settimana di vacanza.

vivereinmessico.comL’idea del “mollo tutto e me ne vado” è oggi in Italia sempre più presente nei pensieri di uomini e donne di qualunque età; non è più solo il giovane a partire alla ricerca di un futuro da scrivere ma tanti che hanno un’età dai 30-35 ai 50 anni. A queste età non si può quindi partire all’avventura, con pochi soldi e tante speranze; i soldi servono eccome, le esigenze sono diverse, le speranze sono tante ma tante anche le disillusioni che a quest’età si sono già avute. Ecco perché questo blog: girare la mia esperienza al servizio di chi magari sta solo pensandoci su, di chi è venuto una volta in Messico in vacanza ed è rimasto colpito dallo stile di vita, da chi dai tempi in cui cantava il Vasco, “voglio andare a vedere se là vanno tutti a gonfie vele”.

Riviera MayaLa Riviera Maya è un Messico molto particolare, (si chiama Quintana Roo, ed è lo stato più giovane del paese) conta 1 città tipicamente americana, Cancun. Fino al 1970 era un’isola deserta e poche persone ne conoscevano l’esistenza. Situata nella regione più dimenticata dei Caraibi messicani, era formata da una duna a forma di sette, con alcuni tratti larghi solo 20 m, separata dalla terraferma da due stretti canali che collegavano il mare con un ampio sistema di lagune. Le rive erano coperte da pantani ed in generale circondate da mangrovie, selva vergine e spiagge inesplorate. Nata come progetto turistico interamente pianificato, col passare di pochissimi decenni si è trasformata in una vera e propria città; oggi conta 650.000 residenti fissi. Playa del Carmen, è una delle località al mondo con il maggior tasso di crescita demografica. Alla metà degli anni 90 era un piccolo paese di pescatori, nel 2003 la popolazione ammontava già a circa 49.000 abitanti ma nel 2005 aveva già raggiunto i 100.000. Con un ritmo di crescita di oltre il 20% annuo la popolazione ha raggiunto ormai i 200.000 abitanti ed è composta da messicani provenienti da ogni stato del Paese e stranieri provenienti da oltre 40 Paesi del mondo, e tra essi moltissimi italiani, i più numerosi, dopo i messicani. Con accenti europei e sudamericani, è la capitale della movida e dei 1000 eventi; Tulum, fu la prima città Maya ad essere avvistata dagli spagnoli, oggi è una piccola cittadina di 30000 abitanti, famosa per le spiagge bellissime e la natura ancora incontaminata.

Infine Chetumal, la capitale dello stato, ultimo avamposto prima del Belize.

 

Perché dico che è un Messico molto particolare?

Lo scopriremo nel prossimo articolo, in cui inizieremo a scoprire più da vicino questa parte del Messico che vi farà innamorare, come ha fatto con me e con le altre migliaia di persone che qui si sono trasferite a vivere o che semplicemente ne hanno fatto la meta privilegiata di ogni vacanza.

 

Luca P.

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión /  Cambiar )

Google photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google. Cerrar sesión /  Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión /  Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión /  Cambiar )

Conectando a %s